Posts Tagged ‘cazzate dal web’

Vinci un MACBOOK Air!

giugno 30, 2008

Direttamente dal blog GuadagnoRisparmiando parte un concorso con in palio un fantastico MacBook Air! Partecipare è molto semplice basta avere un blog per i dettagli riporto l’intero articolo con regolamento del concorso 😉

Considerando il continuo e crescente interesse nei confronti del nostro Blog da parte di tantissimi appassionati del risparmio, la nostra redazione presa dall’entusiasmo ha deciso di regalare uno splendido MacBook Air, il computer portatile più sottile del mondo, ad uno dei nostri lettori.
La nostra è un operazione di marketing aggressiva, ce ne rendiamo conto. Regalare un dispositivo costoso come il MacBook Air, è una cosa destinata a far rumore, in tutti i sensi. Ma come per il quotidiano che regala il libro o distribuisce un gadget, pensiamo che sia la qualità della testata a fare la differenza.
La nostra iniziativa è solo diretta a far conoscere il nostro contenitore su come Risparmiare, sicuri del lavoro professionale svolto quotidianamente dal nostro staff per offrire articoli utili e consistenti a tutti i nostri lettori.
Il MacBook Air verrà SORTEGGIATO attraverso un estrazione che effettueremo in diretta Webcam, in data da definirsi, tra tutti i blog e siti che ci avranno linkato entro la mezzanotte del 10 Luglio 2008. (Vi consigliamo comunque di iscrivervi al feed, per ricevere comunicazioni al riguardo). Comunicheremo la data dell’estrazione al termine del periodo di iscrizione. State tranquilli, avrete tutto il tempo per portarlo con voi in vacanza!
La novità, è che ora il tuo link avrà un valore! Si hai capito bene, se il tuo Blog è più importante di altri, avrai maggiore possibilità di vincere, in quanto ti verranno assegnati più ticket per l’estrazione. Se per esempio hai un sito con Pr3, il tuo nome sarà presente 3 volte all’interno del contenitore nel quale verrà effettuata l’estrazione.

Regolamento per partecipare:

Chi può partecipare?
Possono partecipare tutti coloro che hanno un blog, sito, forum, microblog, myspace, msn live space e altre pagine personali che sono indicizzate su google. Il sito può essere anche creato ex-novo per l’occasione.

Come partecipare?
Per partecipare dovete inserire l’immagine che vedete qui sopra più 2 link nel vostro sito/blog/forum/myspace e poi segnarcelo, seguendo gli step che leggerete qui sotto:

1. Inserite l’immagine che vedete qui sopra
2. Segnalare questo articolo con un link a:
http://www.guadagnorisparmiando.com/isayblog/macbook-air-contest/
3. Il secondo link invece dovrà contenere il codice che potete vedere qui sotto:
<a href="http://www.guadagnorisparmiando.com" title="risparmiare" ><strong>Risparmiare</strong></a>
4. Lasciate un commento a questo articolo inserendo il link al vostro post contenente l’immagine e i nostri link.
Ps: link contenenti l’attributo no-follow e articoli pubblicati in data antecedente il vostro commento, non saranno ritenuti validi in caso di vincita.

Quanto vale il mio link?
A seconda dei vostri link riceverete un tot di ticket validi per l’estrazione:
1 ticket dai link provenienti da Spazi Personali (tipo Msn Live Space/Myspace/ecc)
1 ticket dai link provenienti da siti/blog/microblog con homepage pr0 e 1
2 ticket dai link provenienti da siti/blog/microblog con homepage pr2
3 ticket dai link provenienti da siti/blog/microblog con homepage pr3
4 ticket dai link provenienti da siti/blog/microblog con homepage pr4
8 ticket dai link provenienti da siti/blog/microblog con homepage pr5
12 ticket dai link provenienti da siti/blog/microblog con homepage pr6
20 ticket dai link provenienti da siti/blog/microblog con homepage pr7

Durata:
Il contest terminerà Giovedì 10 Luglio alle ore 23.59, pertanto saranno ritenuti validi solo i link che riceveremo entro tale data e ora.
Di quale modello di MacBook Air si tratta?

  • Processore Intel Core 2 Duo 1,6 GHz
  • 2GB di memoria
  • Disco rigido PATA da 80GB a 4200 giri/min1
  • Wi-Fi 802.11n2 e Bluetooth 2.1+EDR integrati

Note Finali:
Il vincitore sarà estratto a sorte in diretta tramite webcam collegata con il sito Ustream.tv. Al termine del sorteggio, verrà comunicato e contattato il vincitore che dovrà fornire un indirizzo di posta ordinaria al quale recapiteremo il MacBook Air con un corriere a nostre spese.
Questa iniziativa e il nostro sito sono privati e totalmente scollegati dalla società Apple Inc., dai suoi marchi e dai suoi punti vendita.

Alla scadenza del 10 Luglio, pubblicheremo la lista di tutti gli utenti che hanno inviato mail con link validi entro 10 gg a seguire. Il giorno successivo alla scadenza dell’iscrizione, comunicheremo la data della designazione, sulla base del numero dei partecipanti.


Annunci

Pubblicità Grand Theft Auto 4

gennaio 31, 2008

Tra circa 3 mesi, per la precisione 88 giorni 😀 , uscirà un nuovo capitolo della pluricriticata saga prodotta da quei geniacci di RockstarGames: sto parlando di Grand Theft Auto 4! E un gioco del genere atteso dal pubblico non puo’ non essere pubblicizzato in maniera particolare e infatti a New York (più precisamente tra la Lorimer St. e la Grand St. di Brooklyn) è possibile vedere lungo le strade questi cartelli in stile “Ricercato” che riportano il volto di Niko (personaggio principale in questo capitolo della serie) e le generalità del ricercato.

Un ottima mossa di viral marketing fatta da RockstarGames, inoltre se provate a scrivere all’indirizzo mail indicato nel manifesto vi verrà recapitato un:

“Grazie per averci contattato utilizzando la linea diretta email del Dipartimento di Polizia di Liberty City.Siamo al momento tutti fuori a pranzo, ti ricontatteremo quando ne avremo voglia.”

Con allegate due immagini della LCPD (polizia di Liberty City, città fittizia dove è ambientato il gioco).
Se volete saperne di più riguardo al gioco riporto l’articolo dell’anteprima realizzata da VGClub.it

Anteprima Grand Theft Auto 4

Inoltre per chi fosse appassionato di questa serie consiglio di visitare questo FanSite dedicato interamente alla serie GTA 😉

GTA-Expert.com

La terra dei cachi

gennaio 25, 2008

I figli di Sandra e Clemente.
Storia di un giornale di partito e di una “bella famiglia come le altre”, raccontata dal Direttore del Corriere d’Italia, Mauro Montanari

Il Ministro della Giustizia, Clemente Mastella e sua moglie Sandra Lonardo hanno due figli, Elio e Pellegrino. Pellegrino è sposato a sua volta con Alessia Camilleri. Una bella famiglia come le altre, ma con qualcosa in più. Per sapere cosa, partiamo dal partito di Clemente che, come i più informati sanno, si chiama Udeur. L’Udeur, in quanto partito votato dall’1,4% degli italiani adulti, ha diritto ad un giornale finanziato con denaro pubblico. Si chiama “Il Campanile”, con sede a Roma, in Largo Arenula 34. Il giornale tira circa cinquemila copie, ne distribuisce 1.500, che in realtà vanno quasi sempre buttate. Lo testimoniano al collega Marco Lillo dell’Espresso, che ha fatto un’inchiesta specifica, sia un edicolante di San Lorenzo in Lucina, a due passi dal parlamento, sia un’altro nei pressi di Largo Arenula. Dice ad esempio il primo: “Da anni ne ricevo qualche copia. Non ne ho mai venduta una, vanno tutte nella spazzatura!”. A che serve allora -direte voi- un giorna-le come quello? Serve soprattutto a prendere contributi per la stampa. Ogni anno Il Campanile incassa un milione e 331mila euro.

E che farà di tutti quei soldi, che una persona normale non vede in una vita intera di lavoro? insisterete ancora voi. Che fara?
Anzitutto l’editore, Clemente Mastella, farà un contratto robusto con un giornalista di grido, un giornalista con le palle, uno di quelli capace di dare una direzione vigorosa al giornale, un opinionista, insomma. E così ha fatto. Un contratto da 40mila euro all’anno. Sapete con chi? Con Mastella Clemente, iscritto regolarmente all’Ordine dei Giornalisti, opinionista e anche segretario del partito. Ma è sempre lui, penserete. Che c’entra? Se è bravo. non vogliamo mica fare discriminazioni antidemocratiche. Ma andiamo avanti.
Dunque, se si vuol fare del giornalismo serio, bisognerà essere presenti dove si svolgono i fatti, nel territorio, vicini alla gente. Quindi sarà necessario spendere qualcosa per i viaggi. Infatti Il Campanile ha speso, nel 2005, 98mila euro per viaggi aerei e trasferte. Hanno volato soprattutto Sandra Lonardo Mastella, Elio Mastella e Pellegrino Mastella, nell’ordine. Tra l’altro, Elio Mastella è appassionato di voli. Era quello che fu beccato mentre volava su un aereo di Stato al gran premio di Formula Uno di Monza, insieme al padre, Clemente Mastella, nella sua veste di amico del vicepresidente del Consiglio, Francesco Rutelli. Ed Elio Mastella, che ci faceva sull’aereo di Stato? L’esperto di pubbliche relazioni di Rutelli, quello ci faceva! Quindi, tornando al giornale. Le destinazioni. Dove andranno a fare il loro lavoro i collaboratori de Il Campanile? Gli ultimi biglietti d’aereo (con allegato soggiorno) l’editore li ha finanziati per Pellegrino Mastella e sua moglie Alessia Camilleri Mastella, che andavano a raggiungere papà e mamma a Cortina, alla festa sulla neve dell’Udeur. Siamo nell’aprile del 2006. Da allora -assicura l’editore- non ci sono più stati viaggi a carico del giornale. Forse anche perché è cominciata la curiosità del magistrato Luigi De Magistris, sostituto procuratore della Repubblica a Catanzaro, il quale, con le inchieste Poseidon e Why Not, si avvicinava ai conti de Il Campanile.
Ve lo ricordate il magistrato De Magistris? Quello a cui il ministro della Giustizia, Clemente Mastella, mandava tutti quei controlli, uno ogni settimana, fino a togliergli l’inchiesta? Ve lo ricordate? Bene, proprio lui!

Infine, un giornale tanto rappresentativo deve curare la propria immagine. Infatti Il Campanile ha speso 141mila euro per rappresentanza e 22mila euro per liberalità, che vuol dire regali ai conoscenti. Gli ordini sono andati tra gli altri alla Dolciaria Serio e al Torronificio del Casale, aziende di Summonte, il paese dei cognati del ministro: Antonietta Lonardo (sorella di Sandra) e suo marito, il deputato Udeur Pasquale Giuditta.
Ma torniamo un attimo agli spostamenti. La Porsche Cayenne (4000 di cilindrata) di proprietà di Pellegrino Mastella fa benzina per duemila euro al mese, cioè una volta e mezzo quello che guadagna un metalmeccanico. Sapete dove? Al distributore di San Giovanni di Ceppaloni, vicino a Benevento, che sta proprio dietro l’angolo della villa del Ministro, quella con il parco intorno e con la piscina a forma di cozza. E sapete a chi va il conto? Al giornale Il Campanile, che sta a Roma. Miracoli dell’ubiquità.
La prossima volta vi racconto la favola della compravendita della sede del giornale. A quanto è stata comprata dal vecchio proprietario, l’Inail, e a quanto è stata affittata all’editore, Clemente Mastella. Chi l’ha comprata, chiedete?
Due giovani immobiliaristi d’assalto: Pellegrino ed Elio Mastella.

Mauro Montanari-Corriere d’Italia/News ITALIA PRESS

WiMax per tutti… o quasi

novembre 13, 2007

Non tutti viviamo in grandi città e parlare di connessioni adsl a 20mbps o addirittura parlare solo di ADSL in una zona montana è come parlare di qualcosa di fantascientifico… Ma esisterà qualcosa no? Siamo nel XXI secolo e si stanno facendo progressi tecnologici in continuazione, nuovi mezzi di comunicazione spuntano come funghi e tra questi una tecnologia assai interessante nel mondo delle connessioni è nata da qualche anno ormai; sto parlando del WiMax ossia la tecnologia wireless ad ampio spettro che permetterebbe l’uso di internet anche nelle zone più ostiche, come valli montane, e difficili da allacciare con la normale linea ADSL.
Un ripetitore wimax copre una zona di 50 km e i costi di impianto sono molto bassi, basti pensare che in paesi come la Cina sono stati adottati e ha contribuito notevolmente all’azzeramento del Digital Divide, ossia quel divario tra chi puo’ accedere all’uso di nuove tecnologie e chi non puo’permetterselo per motivi economici o semplicemente per l’assenza delle infrastrutture stesse.

In molti paesi d’Europa, come Francia,Spagna,Germania e il Regno Unito, questo tipo di tecnologia è già attivo ai clienti e soprattutto è offerto a prezzi competitivi e non speculativi. Quindi perchè come al solito noi italiani siamo sempre indietro rispetto agli altri? La risposta ufficiale è che non si sono ancora trovate le frequenze ufficiali da assegnare al segnale wimax perchè erano proprietà del ministero della Difesa e quindi impiegate a usi militari… ma c’è un altra versione, e che a detta mia è la più plausibile,ossia che ci sia stato un freno da parte delle compagnie di telefonia mobile, che hanno investito a caro prezzo nella tecnologia UMTS e temono l’avvento del WiMax.

Quindi cosa fare per combattere il digital divide? La soluzione perfetta sarebbe dare un accesso gratuito alle frequenze del WiMax in modo che tutti, nessuno escluso, possano usufruire di internet. Ma come tutti ben sappiamo questo è praticamente impossibile senza contare che viviamo in un paese chiamato Italia dove si fa a gara per chi te la mette prima nel c**o e difatti qualcuno ha avuto un illuminazione riguardo l’intera faccenda… mi sto riferendo a Paolo Gentiloni che ha avuto la brillante idea di mettere al bando i 35 brevetti del WiMax e di includere nella competizione le 4 compagnie di telecomunicazione più grandi d’Italia ossia Telecom, Wind, Vodafone e H3G che per altro sono le portatrici del problema del digital divide.
Tutto questo, a detta di Gentiloni, servirebbe per incrementare la competizione tra le compagnie… il fatto è che quando si trova qualcosa su cui speculare la palla viene colta al balzo e chi ci rimette siamo sempre noi utenti.

Per questo è il momento di fare qualcosa e impedire di farcela infilare sempre in quel posto da questi personaggi, di seguito trovate il link per firmare la petizione fatta partire dal Blog di Beppe Grillo.
Se volete sapere di più sul Digital Divide e WiMax vi consiglio di visitare questi siti:

Digital divide (Wikipedia) | Anti-DigitalDivide | WiMax (Wikipedia) | WiMaxItalia

Aperto o chiuso?

novembre 7, 2007

Quanti in una delle tante domeniche dell’anno non hanno avuto la necessità di andare a fare shopping o semplicemente un giretto in qualche centro commerciale giusto per svagarsi un po’? E sopratutto a quanti ogni volta che questa voglia sorgeva erano colti dal tremendo dubbio:” Ma di domenica è aperto???”.

Ebbene esiste un sito che fa al caso vostro e mi sto riferendo a Aperto Domenica, basterà inserire nei campi di ricerca i dati necessari come la regione,provincia e nome del centro commerciale e il sito controllerà se è aperto e in che orario.

Provare per credere 😀